Cosa mangiare in Portogallo

Il Portogallo ha una cucina incredibilmente varia. Qualità appartenente a non molte cucine nel mondo. Non rinomata come la cucina francese e per alcuni tratti le somiglianze con la cucina italiana sembrano palesi. Ma è proprio tra le sfumature di quel “sembrano” che troverete dei gusti completamente nuovi, per il piacere di amanti delle cucine gourmet senza tralasciare il finger food.

Vi descriveremo i piatti tipici, più particolari per gusto e lontananza dalla cucina nostrana, ma soprattutto per i quali non si può dire di essere stati in Portogallo senza averli provati tutti, o quasi. Non mancheremo anche di dirvi la cosa che più interessa, ovvero: “dove posso provarli?”

Il nostro viaggio del gusto parte da Porto terminando a Lisbona passando per i dintorni.

Cosa mangiare a Oporto (Porto)

Piccola cittadina ma con origini più antiche della nostra Roma, la città di Oporto si divide tra le rive del fiume Douro e le spiagge dell'Oceano. Questa ambiguità rende la cucina un mix di mare e terra.

tripas_a_moda_do_portojpg

Tripas à Moda do Porto

Vi piace la trippa? Ottimo! Siete nel posto giusto!

Letteralmente trippa alla maniera di Porto, il Restaurante Abadia Do Porto ne propone una versione deliziosa. Si tratta di uno stufato di frattaglie, fagioli, salsiccia, verdure ed erbe dall'aroma intenso.

Ah, Le porzioni sono abbondanti!


a69a21b31674d43fb20e4f2f1775c45ajpg

Francesinha

L’antagonista dell’hamburger americano. Si trova nella maggior parte dei locali a Oporto. Alcuni dei quali ne hanno personalizzato la ricetta. Nasce come tramezzino al ripieno di linguiça (un salume affumicato all’aglio), bistecca di maiale (si avete letto bene!), prosciutto, formaggio fuso e abbondante salsa di pomodoro speziata alla birra. Generalmente servita su un letto di patatine fritte, dopo questa importante prelibatezza, a letto ci andrete voi!

Provate quella cucinata al Brasao Cervejaria Aliados e fateci sapere cosa ne pensate!

DQr2GlzX4AAUqxTjpg

Bifana

Per rimanere in tema di “panini”, a Oporto è d’obbligo assaggiare La Bifana: un saporito panino ripieno di bistecca di maiale fritta, alcuni ne propongono una versione più light con la carne grigliata. Al Conga potrete assaggiare la Bifana nella sua ricetta originale. Il ristorante Flor dos Congregados invece, ne propone una variante gourmet dal gusto avvolgente: la carne viene lasciata macerare tutta la notte insieme a vino e spezie aromatiche, poi viene cotta per quattro ore fino a pochi minuti prima di essere servita al vostro tavolo. Ciò che rende particolare il suo gusto è il contrasto tra la tenerezza della carne e la croccantezza del pane.


20181229_142237jpg

Caldo verde

Se preferite le zuppe, questa fa al caso vostro: una zuppa di verdure servita bollente a base di patate, cipolle e cavoli; il tutto cotto con un ingrediente particolare: il Chourico , un tipico salame di maiale.

Per gusto, genuinità del posto e prezzo, la migliore si può gustare da Papavinhos

1546274230933jpg

Polvo a Lagareiro e Acorda de Marisco

Per tradizione veniva proposta durante feste di Natale o Pasqua, ma oggi si trova in quasi tutti i ristoranti. Alcuni ne hanno persino fatto il piatto principale.

Il polpo viene arrostito e poi generosamente annaffiato con olio d'oliva e servito con patate al forno.

Il migliore senza ombra di dubbio, per morbidezza della carne e gusto lo abbiamo trovato nel quartiere della Ribeira, poco distante dalle zone invase da turisti, alla Taberna dos mercadores.

Attenzione! Vista la qualità della cucina oltre al limitatissimo numero di tavoli, è consigliabile prenotare con qualche settimana di anticipo in alta stagione, e almeno 2 o 3 giorni in bassa stagione.

Sempre qui potrete trovare anche la acorda de marisco: una zuppa di morbida mollica di pane sminuzzata e mescolata con vongole, gamberi, uova, coriandolo, spezie, aglio e olio. Ingredienti semplici per un gusto corposo e sorprendente!


20181230_190227jpg

Porco de Alentejana

Un piatto di carne proveniente dalla regione di Alentejo, una delle più influenti della cucina portoghese. Un abbinamento che potremmo definire “artistico”: si compone infatti di carne di maiale stufata insieme a vongole. Un piatto succulento! Difficile ritrovare qualcosa di simile nella cucina nostrana.
Dove? Al Restaurante cao que fuma


Sappiamo cosa vi starete chiedendo: "non si beve?"

vino-liquorosojpg

Porto non è solo città, Porto è anche le terre che danno vita alle vigne in riva al Douro, Porto è anche vino; Vinho per dirla alla portoghese: un vino liquoroso dalle note dolci e il gusto intenso. Le varietà in commercio sono molte e differenti l'una dalle altre:

  • Ruby: invecchiato non meno di 2 anni in grosse botti di legno. Colore rubino e gusto fruttato;

  • Tawny; invecchiato dai 2 ai 7 anni nelle stesse botti. Colore ambrato e retrogusto di noci;

  • Late bottled vintage: invecchiato 5 anni e pronto a essere gustato appena imbottigliato;

  • Vintage: invecchiato per due anni e poi maturato in bottiglia per almeno 10 anni.

La leggenda narra che gli inglesi mescolarono il vino al brandy e al succo di uva per renderlo più dolce. Il risultato fu il Porto oggi esportato in ogni parte del mondo.

Per una degustazione potete visitare le singole "cantine" oppure sedervi comodamente in uno dei tanti locali che offrono generose liste dei vini di Porto più pregiati. La nostra scelta ricade su La Maison des Porto.


Cosa mangiare a Lisbona

La capitale e, come tutte le capitali del mondo, fulcro di diverse etnie. Un mix di culture e tradizioni culinarie che danno vita a una cucina ricca di sfumature.

tapa-de-bacalhau-50220764jpg

Petiscos

Per comodità le chiameremo tapas. Non fatevi sentire, ma il concetto è il medesimo: una serie di mini-piatti ideali da gustare durante un aperitivo o un pranzo senza troppi convenevoli. Con veramente pochi euro si riescono ad assaggiare numerosi piatti della cucina portoghese. Non badate al prezzo basso, ogni piatto riceve la stessa cura di un piatto stellato. Tra i petiscos da non perdere: le polpette di baccalà (almodejas de bacalhau) , gli spiedini di pollo con salsa piri piri (attenzione al piccante!), i classici taglieri di salumi e formaggi portoghesi accompagnati da olive e buon vino.

Un locale per un'ampia degustazione e di qualità superiore, vi suggeriamo questo Loja das conservas petiscos. Serve un po' di pazienza ma poi verrete ripagati all’ arrivo dei primi piatti!

IMG_20181231_084851_553jpg

Pasteis de nata o Pasteis de Belem


Se amate i dolci, il pastel de nata  (chiamato anche Pastel de Belem) è ciò di cui sentirete più mancanza una volta tornati a casa.

Sulla carta è una semplice pasta sfoglia ripiena di crema alla vaniglia con una spolverata di cannella e zucchero a velo.
Ma una volta in bocca, è un esplosione di gusto!

Il rischio di cadere nella dipendenza è alto, vi abbiamo avvisato!

Ma dove si mangiano i migliori pasteis de Belem a Lisbona?

Dopo averne provati tanti, persino i più famosi, ovvero quelli della Manteigaria all’interno del Mercado da Ribeira (Time Out), la corona per i migliori pasteis de nata di Lisbona va alla  Pastelaria Aloma, appena dietro il Mercado de Campo de Ourique. Una pasticceria antica, a conduzione familiare.

Solo dopo tanti pasteis de nata abbiamo scoperto (senza stupirci) che per ben due volte si è aggiudicata la palma d’oro come miglior produttore artigianale di pasteis de nata della città.

Lo sappiamo che vi state chiedendo:

"e il famoso baccalà?"


 ancora un paio di piatti e ci arriviamo, promesso! Prima ci allontaniamo un po' dalle grandi città per raccontarvi queste prelibatezze tipiche portoghesi che dovrete assolutamente provare:


160213135748jpg

Cataplana

Prende il nome dalle origini arabe della pentola in rame nella quale viene cucinata. Si tratta di riso, crostacei, peperoni, broccoli e patate. Non chiamatelo risotto alla pescatora e tantomeno paella se non desiderate infilarvi in uno scontro diplomatico! Un piatto decisamente completo e data la sua diffusione soprattutto nella regione di Algarve, il locale migliore per gustarla è la Casinha do petisco a Lagos, una cittadina a 2h e mezza da Lisbona.

travesseirojpg

Travesseiros  

Prendete una pasta sfoglia, riponete al suo interno crema di mandorle e rosso d’uovo, arrotolate il tutto compiendo ben sette giri, non sei e non otto; una ricca spolverata di zucchero a velo e otterrete i Travesseiros. Per trovare i migliori, abbiamo preso un treno e siamo andati nella magica località di Sintra, a 1h da Lisbona, più precisamente alla pasticceria La Piriquita.  

Attenzione perché uno tira l’altro!


28245085_BINARY_GL140617MARIAJOAOGALA032-960x640_cjpg

Ovos moles

Sono dolcetti di tuorlo d'uovo, sciroppo di zucchero e tanta originalità. Tipici della zona di Aveiro, la località con le famosissime casette a strisce colorate. Gli Ovos Moles si possono trovare nelle forme più strane e moderne seppur le loro origini siano addirittura secolari. Oggi presenti nella gran parte delle pasticcerie portoghesi ma, se volete provare gli ORIGINALI, dovrete entrare nella Confeitaria Peixinho  


1546275224349jpg

Bacalhau

Il Baccalà! Indiscusso protagonista dei menù che si mostreranno ai vostri occhi, ovunque vi troviate per un pranzo, una cena o uno spuntino veloce, vi verrà offerto almeno uno dei ben 366, si, avete letto bene, trecentosessantasei, modi diversi di cucinarlo. La tentazione di sperimentarli tutti sarà forte e noi ne abbiamo provati diversi in altrettanti locali e siamo sempre rimasti sorpresi. A tal punto da non proporvi nessun posto in particolare. Entrate, sedetevi e ordinate del Bacalhau. Difficilmente troverete lo stesso piatto di baccalà in due posti differenti!


20181230_190219jpg

Ginja

Se a Porto ci si inebria di Porto, a Lisbona si beve la Ginja: un liquore di ciliegie sotto spirito.

E' molto semplice, si entra al Ginjinha sem rival e senza dire nulla ci si ritrova a brindare con uno bicchierino di Ginjia in mano.

Il locale è storico e la produzione artigianale. L' atmosfera, beh è magia. Ma ricordatevi di pagare prima di andarvene!


Fateci sapere dove avete gustato i migliori piatti nel vostro viaggio in Portogallo!  E ricordate di seguire le nostre pagine Facebook e Instagram e la novità: da oggi siamo su Telegram!


Buon Viaggio!